Un altro week end più autunnale che primaverile

L’anticiclone che nell’ultimo periodo ha regalato qualche giornata più in linea con la stagione, cederà la sua influenza in seguito al sopraggiungere di un deciso flusso perturbato su gran parte del paese. Nelle prossime 24-48 ore, pertanto, l’instabilità andrà interessando pure le nostre latitudini, anche se in maniera non molto decisa. Per sabato, infatti, avremo ancora una prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso, con qualche locale addensamento in prossimità dei rilievi che, dal pomeriggio, andrà diffondendosi in tutto il territorio. Dalla nottata e per gran parte della domenica, invece, la copertura sarà più irregolare, a tratti compatta e associata a precipitazioni diffuse e moderate, che assumeranno pure carattere di rovescio temporalesco, specialmente nel settore tirrenico e settentrionale della provincia. La situazione in atto vedrà inoltre una circolazione di moderata intensità da ovest-nordovest per quasi tutto il periodo, con qualche rinforzo locale, soprattutto in corrispondenza dei fenomeni. Di fatto, anche il moto ondoso subirà un peggioramento, mostrandosi tra mosso e molto mosso nel Tirreno, anche agitato in mare aperto e con mareggiate lungo le coste esposte, mentre tra poco mosso nel sottocosta e molto mosso al largo risulterà lo stato dello Ionio e dello Stretto. Per concludere con le temperature, la perturbazione determinerà una lieve flessione generale, con massime reali sui 22-24°C ma percepite fino ai 27°C, mentre le minime oscilleranno tra i 16-18°C, per tassi di umidità ancora compresi tra il 45 e il 95%.

Antonio De Gaetano