Incidenti sul lavoro, bassi rischi di verifica per le aziende messinesi

Dall’anilisi della Cgil emerge che il fenomeno delle morti bianche è in continuo aumento.Gli infortuni, secondo Lillo Oceano segretario della funzione pubblica Cigl di Messina, potrebbero essere evitati atrraverso maggiori controlli, che non possono essere effettuati a causa della mancanza di risorse umane ed economiche. Solo dodici ispettori per 108 comuni, condizione che mette in evidenza i numerosi tagli fatti a scapito dei lavoratori. Ciò dimostra – continua Oceano – come molte aziende preferiscano l’irregolarità alla sicurezza.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*