Il sindacalista Carmelo Battaglia inserito ufficialmente fra le vittime di Cosa Nostra

Lo ha deciso l’Assemblea Regionale Siciliana, approvando un emendamento del deputato messinese del PD Filippo Panarello. L’assassinio di Battaglia, sindacalista e assessore al patrimonio del comune di Tusa, avvenne nel 1966 all’interno degli omicidi della “mafia dei pascoli”. Soddisfazione per la decisione, anche se tardiva, è stata espressa da Giuseppe Franco, presidente dell’associazione dei circoli Pio La Torre dei Nebrodi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*