Ancora veleni sulla Molini Gazzi

A quasi 2 mesi dal licenziamento gli ex dipendenti dell’azienda produttrice di farine di Via La Farina hanno emanato un nuovo comunicato. Fanno notare che in città ancora si vende la farina prodotta dall’azienda a maggio. Il sospetto è che qualcuno, ma chi?, stia lavorando nello stabilimento per insaccare questa farina. I lavoratori lamentano inoltre che l’azienda non ha ancora corrisposto il TFR, l’ultima busta paga e le tre mensilità pregresse. In più l’INPS non corrisponde né l’indennità di disoccupazione, perché il modello DS22 non è stato compilato correttamente dall’azienda, né di mobilità, perché la pratica deve essere ancora “burocratizzata”dalla regione. Nel silenzio della politica, i lavoratori chiedono di poter avviare un nuovo progetto con una cooperativa, per non smarrire un patrimonio di conoscenze e lasciare Messina senza un mulino.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*