Terremoto, impossibile prevederlo, ma doveroso prevenirne i danni maggiori

Il convegno organizzato dall’Ispra – Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca ambientale – e dalla Regione Sicilia sul Terremoto di Messina a cent’anni dall’evento, ha lanciato l’allarme sul rischio sempre attuale di una catastrofe di simili dimensioni nell’area dello Stretto. La prevenzione e la mitigazione dei danni, però, non sono problemi tecnici, bensì politici e culturali, visto che hanno a che fare con le scelte in fatto di urbanizzazione e di edilizia. Un segnale preoccupante, dunque, che nessuna delle personalità politiche invitate all’evento fosse presente alla conferenza, dal ministro all’Ambiente Stafania Prestigiacomo al presidente della Regione Sicilia Raffaele Lombardo, al sindaco di Messina Giuseppe Buzzanca (che almeno ha delegato l’onorevole Fortunato Romano).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*