NASA: “Mancano le tute”, salta la spedizione al femminile. 

26 Marzo 2019 Cultura What's Up
#Iss
#NASA
#spacewalker
#spazio
L’appuntamento con la prima passeggiata spaziale a tinte rosa è stato rimandato.
All’agenzia spaziale statunitense mancano infatti le tute per mandare le astronaute Anne McClain e Christina Hammock Koch tra le stelle.
Le due donne avrebbero dovuto lasciare la Iss (Stazione spaziale internazionale) per circa sette ore senza colleghi uomini, assistite dal supporto della collega Kristen Facciol, nella giornata di Venerdì 29 Marzo.
La prima, storica, “uscita” spaziale tutta al femminile dovrà comunque attendere ancora a causa della mancanza delle adeguate protezioni per le due astronaute.
Come dichiarato dalla stessa NASA infatti non sarebbero presenti gli equipaggiamenti della taglia adeguata per mandare Anne McClain e Christina Koch.
L’agenzia spaziale aggiunge in una nota ufficiale che “Venerdì solo una delle due tute spaziali di misura Medium richieste sarà disponibile”.
Sarà dunque Christina Koch la 14esima donna a fare la spacewalker, accompagnata dal collega Tyler ‘Nick’ Hague.
Resterà a bordo della Iss la collega Anne McClain la quale non riceverà in tempo la “medium” richiesta per la parte alta del corpo.
A mandare a monte i piani è stato un calcolo errato da parte della NASA stessa, la quale  credeva che l’astronauta avrebbe optato per una taglia più grande visti i centimetri d’altezza che si guadagnano in assenza di gravità.
La Iss, dal suo assemblaggio nel 1998,  ha commissionato oltre 214 spedizioni composte da squadre maschili e miste.
Nonostante gli intoppi abbiano ostacolato la prima unicamente al femminile, è solo una questione di tempo prima che diventi realtà.
Tutto (o quasi) sembra pronto dall’agenzia spaziale che vorrebbe una donna anche come protagonista dello sbarco su Marte.
            Davide Pedelì