perfetti sconosciuti – Capitolo X

7 settembre 2018 Blog
#andrea e rachele
#perfetti sconosciuti
#radiostreet
#venerdì

Andrea rimaneva nascosto dagli sguardi e dalle chiacchiere. Solo su quella panchina con Rachele sempre in mente. Scappare con l’ennesima maschera addosso sarebbe stata la cosa migliore, non riusciva a essere razionale abbastanza da allontanarla dai suoi pensieri.
Chiara era arrivata prima che la birra offuscasse la sua mente, un miraggio che diventava oasi in quel momento così complicato.

– Proprio tu che vuoi restare da solo, strano! O sei cambiato oppure è successo qualcosa.
– Le solite puttanate di cuore.
– Problemi di donne… tu? Carino!
– Non sarà destino.
– Il destino è un’invenzione della gente fiacca e rassegnata.
– L’ha detta un filosofo che ami tanto?
– No, frase da cioccolatini.

Nulla era cambiato tra di loro: frecciatine buone per un gioco continuo. Una complicità unica, amicizia rovinata da una notte di passione.

– Avresti potuto chiamarmi. Ma sei solo uno stronzo. Tanto non ti avrei risposto.
– Sai come sono, e poi pensavo che volessi qualcosa di più di un’amicizia.
– Devi sempre definire tutto. Fai l’anticonformista, sei solo un cliché. Narcisista egoista.
– Mi sei mancata tanto anche tu.
– Sono sola in casa, ti vanno due chiacchiere e del vino?
– Mi piacerebbe anche un orgasmo mentre la mia squadra vince il derby all’ultimo secondo, ma sono livelli di piacere difficili da raggiungere.
– Edonista e stronzo, con punte di schifo. Ben tornato Andrea.
– Era un modo gentile per declinare.
– Ti do un’ultima chance.
Dai, andiamo.

Arrivati da Chiara aveva cominciato a girarne un’altra, lei versava il vino e lui si atteggiava fumando. Un quadro già visto, come era familiare quella strana eccitazione.

– Non dovresti pensare sempre a lei. Magari ti presento una mia amica.
– Sarebbe bello, ma non credo che loro sarebbero contente. Non sto simpatico alle donne per adesso.
– A me piaci, come sempre.

Non riuscivano a distogliere lo sguardo, le mani di lui scivolavano sulle gambe di lei. Non c’era più nulla da equivocare. Le note di Young and Beautiful di Lana del Rey accompagnavano il loro nuovo bacio: le labbra di Andrea si spostavano sul collo di Chiara, un’eccitazione crescente lasciava intuire le sue intenzioni, molto di più facevano le sue mani che spogliavano Chiara. Era successo, di nuovo.

where is she?