WikiGreg – Pillole di musica dissidente: l’ultima intervista della stagione

6 giugno 2018 Blog
#dissident
#intervista
#radiostreet
#rancore
#wikigreg

Rancore in diretta venerdì alle 14 su Dissident

Mancano pochi giorni al termine della bella stagione, la mia seconda alla guida di Dissident. Cercavamo, con Ale, qualcuno che rappresentasse lo spirito ribelle di un programma a impronta rock, ma non limitatamente alla musica, quanto all’atteggiamento, al modo di affrontare tutta questa faccenda dello scrivere canzoni.

Il mio primo contatto diretto con Tarek Iurcich è di quasi sette anni fa, quando Marracash pubblicò L’Albatro, singolo tratto da Roccia Music 2, mixtape pubblicato prima di King del rap. Conoscevo già Marra e Dargen, non ancora il terzo sulla traccia, che mi parse essere decisamente maturo dal timbro e dal contenuto, per poi scoprire che no, Rancore è addirittura più piccolo di me—di pochi mesi, ok, ma non conta.

Rancore, proprio lui, quello che è diventato la prima metà di una locuzione meravigliosa che partiva da sé, diventando quasi paradigmatica per il rap italiano, Rancore&DjMyke: la penna che con Silenzio ha segnato una tacca importante e che con S.U.N.S.H.I.N.E. si è preso i complimenti da mezza stampa per quanto stava mettendo su. Rancore, proprio lui, quello che da venerdì scorso è fuori con Musica per bambini, primo lavoro senza Myke dopo diversi anni insieme, lavoro di cui ha curato lui stesso la produzione musicale.

Un disco che serve per urlare al mondo il proprio disagio (credete sia un caso la presenza di Giancane in Skaterpark? Essù, dai), un disco che analizzeremo in diretta venerdì 8. Lo analizzeremo con il suo autore, con il bambino che non è stato coccolato perché questo è un album da dissidenti, e a Dissident non potevamo non invitarne il deus ex machina.

Venerdì 8 giugno, alle 14, intervista a Rancore. Dici a un amico di dirlo a un amico, anche se non hai amici.

@wikigreg