Continuano gli appuntamenti con “Di Amori Diversi”

30 maggio 2018 Redazionale
#ad est dell'equatore
#book
#di amori diversi
#fabrizio palmieri
#romanzo

Dopo il successo della presentazione – lo scorso 20 maggio – alla Chiesa di Santa Maria Alemanna, continuano gli appuntamenti con Di Amori Diversi, il romanzo d’esordio di Fabrizio Palmieri – uscito a maggio per Ad Est dell’Equatore – e già in ristampa.

Fabrizio Palmieri, autore di “Di Amori Diversi”

Infatti, dal mese di giugno Fabrizio Palmieri partirà con un tour in giro per la Sicilia.
Ecco tutti gli appuntamenti:

9 giugno – alle 12.00 –  Una Marina di Libri – Festival del Libro a Palermo
9 giugno – alle 17.30 –  Sala Consiliare  a Monreale
17 giugno – alle 12.00 –  A Tutto Volume – Libri in Festa a Ragusa, presso la libreria UBIK
19 giugno – alle 15.00 – conferenza Cyberbullismo e Cyberbullismo omo-trans fobico Ordine avvocati di Messina

Scheda “Di Amori Diversi”

“Non puoi dire al vento quale strada seguire per raggiungere il mare”. Cos’hanno in comune un prete poco convenzionale, un recruiter innamorato dell’amore e una transgender invaghita di se stessa? Assolutamente nulla. Ma quando il destino si mette di mezzo abbattendosi sui tre, come una bomba d’acqua, unire le forze diventa imperativo. Don Gualtiero McKenzie, prete siculo-irlandese conosciuto come Irish Devil, è stato da poco trasferito dal Duomo di Taormina a una chiesetta sulla scogliera per via delle sue prediche a dir poco ardite. Monsignor Magretti, vescovo di famiglia nobile, ma caratura trasteverina, non vedeva l’ora di farla pagare al suo ex compagno di seminario mettendogli alle calcagna sorella Asia, una pia e devota suora. Emiliano Montagnelli, recruiter, recentemente scaricato dalla sua ragazza e dalla fortuna, cerca invano un lavoro a Taormina che coniughi le sue capacità con le sue passioni. Sharon ha da qualche anno affermato la sua femminilità e oggi poco importa se la gente la vede come un ‘uomo con le tette’. È una transgender, felice di definirsi tale, una sopravvissuta alla battaglia dei luoghi comuni e del puritanesimo. In una Taormina immersa nei colori primaverili, si intrecciano tre storie, tre modi di amare, tre venti che puntano verso il mare della consapevolezza. O dell’oblio.