Premio Fotografico Vizzini, vince il capodoglio di Carmelo Isgrò

9 maggio 2018 Cultura
#concorso
#fotografia
#michelangelo vizzini
#premio

S’intitola “Laudato sì”  la foto da scattata da Carmelo Isgrò del capodoglio maschio di otto metri rimasto spiaggiato a Capo Milazzo che ha vinto IV edizione del Premio istituito dalla famiglia, in ricordo del grande fotoreporter messinese Michelangelo Vizzini, cui hanno partecipato circa 400 fotografie. Isgrò, fotografo subacqueo professionista, ha fermato il momento nel giugno del 2017 davanti alla Pietra Perciata, nei pressi di Punta Mazza.

Medaglia d’argento a Giovanni Coccoli con “Ali d’Angelo”, che immortala in bianco e nero un canadair che spegne un incendio. Terzo posto a Giuseppe Arangio con “La Solitudine”, scatto anche stavolta in bianco e nero, con un mendicante sdraiato di spalle su un lettino di un lido estivo posizionato per strada. Ai premi tre sarà consegnata una piccola scultura realizzata dallo scultore messinese Antonello Arena, che racchiude una pellicola fotografica dentro un cono di resina. Quarto e quinto: Ludovico Giacobbe con “Maglia rosa”, cioè il festeggiamento del ciclista lussemburghese Bob Jungels per la prima posizione nella quinta tappa del Giro d’Italia del 2017 a Messina, Mauro Nicita con “I colori della vittoria”, foto simile alla precedente dove due atlete si abbracciano nel campo da gioco di beach volley a Vulcano. Premio social, dedicato alla memoria di Andrea Vizzini (figlio di Michelangelo), alla foto con più like su Facebook, nella pagina di TempoStretto, assegnato a Ludovico Lucà con “Messina in cartolina. Infine il riconoscimento dell’associazione Morgana a Sonia Andaloro per “Via Crucis Vivente Pace del Mela”: una processione inquadrata con grandangolo in bianco e nero e particolari effetti sfocati che la rendono un’immagine in movimento. Note di merito vanno a: “L’uomo, il volo, il mare” di Eleonora Costa; “Messina Tricolore” di Roberto Orecchio; “Sgranando un Rosario” di Nicola Vaiana; “Le forme dell’amore” di Silvio Ruvolo; “La Sirena” di Dario Lopes; “Money Maks Money” di Francesco Algeri.

Domani, durante la Piazza dell’Arte, alle 21.00 alla Scalinata del Rettorato la cerimonia di premazione.