Commentary ep.4

4 maggio 2018 Blog
#estate
#musica
#playlist

di Davide Pedelì

TRIP TO THE SEASIDE!

Jay Prince – In The Morning 

Le prime volte si chiamano così proprio perché irripetibili. Le vivi, durano un istante e volano via per sempre lasciando in te il bellissimo ricordo della prima volta. 

Per noi messinesi ci sono delle prime volte che si ripetono di anno in anno: la prima volta che “compare, troppo caldo” la prima granita dell’anno, la prima volta al Pilone.

Questi momenti sono per noi sacri, avvolti da un alone mistico come gli arancini di Nunnari per la mia generazione.

La playlist di oggi è dedicata proprio a quel momento in cui ti chiedi se faccia ancora freschetto ma prendi il costume, esci di casa e imbocchi la via più veloce per il mare.

Ti sei appena svegliato dopo qualche ora di sonno, il telefono è pieno di whatsapp dai tuoi amici mattinieri (e stronzi) che mettono fretta.

The Drums – Let’s Go Surfing 

Veloce, doccia, recupera il costume da qualche angolo nascosto da quella mini Hiroshima che chiami armadio e prepara lo zaino. Esci di corsa prepari lo zaino e prendi gli occhiali da sole… non ricordavi ti stessero così male eh?

Va bene lo stesso, il telefono continua a squillare con gli amici che ti intimano di portare palloni, materassini ciambelle e altro mentre cerchi di fare mente locale ricordi, per tua fortuna di prendere la tovaglia.

Si, si chiama telo mare ma mio padre, mio nonno e il mio bisnonno prima di lui l’hanno sempre chiamata tovaglia non vedo perché imborghesirci.

C2C – Happy (ft. Derek Martin) 

Sai già che sarà una rush hour, non sei l’unico genio che sfrutterà la giornatona di sole e rischi di trovarti faccia a faccia con il tuo acerrimo nemico: il traffico.

Neanche il tempo di pensarci che ti ritrovi imbottigliato sulla litoranea, al caldo con altre 3 persone che romperanno le palle per i prossimi 30 minuti dicendoti “Te l’avevo detto di prendere la panoramica”

Ci sono poche cose sicure nella vita e, se vivi a Messina, il traffico sulla litoranea è l’unica certezza che hai. Passerai tempo al caldo, maledirai il momento in cui non hai optato per un Netflix & Condizionatore ma non puoi farci nulla, ormai sei in ballo.

Vance Joy – Riptide 

Ovviamente appena arrivi trovare parcheggio sarà un’impresa eccezionale e tu sai già come andrà a finire. Troverai parcheggio a chilometri, camminerai fino alla spiaggia ormai incazzato come Zequila e… improvvisamente ti calmerai, guarderai il mare e dimenticherai tutto.

Ne valeva la pena vero? Sopporti tutto: buche, traffico, caldo, parcheggio ma alla fine ti trovi davanti uno spettacolo unico al mondo.

Sgomitando passi in mezzo al milione e mezzo di gente spiaggiata, cerchi il tuo angolo per la tovaglia pensando “speriamo che non me la fottano” e finalmente…

ti butti in acqua.

Sophie Meiers – Wish You Still Felt This Way (ft. 90’sflav)

Quando ti butti a mare per la prima volta, a mio modo di vedere, vivi un momento fottutamente magico. Per un secondo le tue orecchie sentono solo lo scroscio delle onde

e poi il vuoto. Forse è una visione troppo romantica di un gesto così normale ma sono sicuro che se non avete l’immondizia al posto del cuore provate lo stesso.

Quella sensazione di libertà, il caldo la gente che si diverte rende la cornice un angolo di paradiso lontano dalla realtà del quotidiano. 

THE DELI – 5.32PM

Infine torni a casa, il sole illumina ancora la tua strada, fai qualche programma con gli amici per la serata mentre torni a casa pieno di felicità e ricoperto di sale.

Ti volti un attimo, guardi il mare al tramonto e pensi che tutto vada bene, dimentichi tutto. Non c’è cosa più bella.  

Con questa immagine vi saluto, questa settimana ho voluto scrivere di qualcosa a noi vicino, qualcosa che tocca ogni mio concittadino, qualcosa che ci unisce.

Alla prossima!

GOD BLESS YOU GUYS!