GeoStreet – in viaggio con Roberto Grano: Monte Altesina

15 marzo 2018 Blog
#geostreet
#molte altesina
#radiostreet
#sicilia
#travel

Oggi, cari lettori, vi porto in un posto poco conosciuto ma dall’indiscutibile bellezza: il Monte Altesina.

Il Monte Altesina si erge a Nord della provincia di Enna, al confine con i Monti Nebrodi e con i suoi 1192 metri è il più alto dei Monti Erei. Anche se volendo essere pignoli, il Monte Altesina presenta una doppia cima, una di m 1192 s.l.m. e l’altra di 1180 s.l.m.
Questo monte fu localizzato dal geografo arabo Abu Abdallah Muhammad Al-Idrisi ibn Idris nel 1154, stesso anno in cui la Sicilia fu idealmente divisa in tre valli, proprio dal citato geografo.

Il sentiero per raggiungere la vetta è facilmente percorribile da un pubblico mediamente allenato a lunghe camminate, inizia dal cancello dell’Azienda posto sulla Strada Provinciale 30 sino a raggiungere i ruderi del Convento di Santa Maria di Lartisina. Questi sono posti a quota 954 m s.l.m., in una radura verso una parete molto acclive di quarzarenite. Dai ruderi la stradella si dirige verso Sud e compie un’ampia curva in salita fino alla quota 1006 m s.l.m., qui incontra una emergenza rocciosa di piccole dimensioni nella quale si notano i resti di una tomba scavata nella roccia.

Il Monte Altesina, infatti, è stato la culla degli insediamenti umani in Sicilia: vi sono testimonianze di insediamenti sin dall’Età del Bronzo, per poi passare ai greci di cui abbiamo prova grazie ai resti dei santuari dedicati alle divinità Persefone e Kore, e infine ai romani con il loro più grande lascito: il nome del monte, che viene dal latino Aerus per la sua forma appuntita.

Giunti in cima, si possono ammirare le Tre Cime della Sicilia grazie a un panorama di 360°. Putroppo molti dei beni archeologici sul monte sono oggi preda degli agenti atmosferici e della vegetazione, il che li rende deteriorati o poco visibili. Al contrario è ben visibile Enna e proprio dal Monte Altesina si può notare la sua forma che segue geometricamente l’altopiano su cui si staglia. Una curiosità: Enna è la provincia più alta (altimetricamente parlando) d’Italia con i suoi 1000 m s.l.m.