Sigilli in tre aree di via don Blasco

20 novembre 2017 Cronaca

maregrosso01Sequestrate dalla Guardia Costiera numerose aree a Maregrosso. I sigilli sono stati apposti ai ruderi di una vecchia fabbrica, in stato di completo abbandono e usata come discarica, e ad altre zone di fronte alla spiaggia, in cui negli anni i messinesi hanno gettato di tutto: copertoni, inerti, elettrodomestici, ma anche carcasse d’auto ed il micidiale eternit delle coperture. Le aree sono state sottoposte a sequestro giudiziario ai sensi degli articoli 354 e 321 del codice di procedura penale: il primo si riferisce al sequestro “probatorio”, per  assicurare all’autorità giudiziaria elementi di prova del reato, il secondo al sequestro “preventivo”, per evitare la possibile protrazione del reato. Il provvedimento è firmato dal Capo sezione di Polizia marittima e difesa costiera, luogotenente Tommaso Baluci.