Gare pubbliche, disastro in Sicilia

ediliziaGli appalti pubblici sono crollati negli ultimi dieci anni, con un 90% di gare in meno in Sicilia, ma ci sono segnali di una piccolissima ripresa, e vengono da Messina, Palermo e Catania. Lo dice l’Ance, l’associazione nazionale dei costruttori edili, che nel report gennaio-agosto 2017, relaziona in tutta l’Isola solo 75 gare per 112 milioni di euro: un calo del 90,83 per cento rispetto allo stesso periodo del 2007. Alla testa della “mini ripresa” ci sono le tre città più grandi dell’isola: Catania (19 affidamenti per 23,5 milioni), Messina (16 appalti e 16 milioni) e Palermo (18 bandi da 44,5 milioni complessivi).