Caronia, in manette due imprenditori. Sequestro di 1,2 milioni di euro

CarabinieriMessina-300x169Trasferimento fraudolento di titoli e valori. Con quest’accusa i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Messina, in collaborazione con la Dia, hanno arrestato l’imprenditore Antonino Lamonica, 51 anni, e il figlio Giuseppe, 21 anni, entrambi residenti a Caronia. Disposto inoltre il sequestro preventivo dell’intero compendio aziendale della “Technolam srls”, comprensivo – tra l’altro – di 23 autovetture di lusso (fra le quali una Ferrari 548 ed una Maserati 4.7 S) e vari rapporti finanziari, fra cui conti correnti, depositi bancari e fondi di investimento per un valore complessivo stimato in oltre 1,2 milioni di euro. Al centro dell’operazione la creazione ad hoc dell’impresa, operante nel settore edile e nella vendita e noleggio di autovetture, formalmente intestata al giovane Giuseppe ma di fatto riferibile al padre Antonino, sorvegliato speciale e già destinatario di un provvedimento definitivo di confisca.