Dubai, immersione fatale per un giovane messinese

Antonio Ferraloro (foto da Facebook)

Antonio Ferraloro (foto da Facebook)

È morto durante un’immersione subacquea in apnea, nel mare antistante la metropoli araba, il 29enne messinese Antonio Ferraloro, ingegnere informatico che lavorava negli emirati per una multinazionale. Secondo le primi ricostruzioni, il ragazzo sarebbe stato vittima di un malore nella giornata di sabato mattina a causa di un assorbimento eccessivo di anidride carbonica. Vani i soccorsi dei compagni d’immersione e del suo istruttore.