Agrigento: la cella è troppo piccola, scatta la scarcerazione

carcere_agrigentoPer quasi tre anni è stato detenuto in uno spazio medio a sua disposizione, considerati gli altri reclusi, di appena 2,73 metri quadrati. E così il magistrato di sorveglianza di Agrigento, Walter Carlisi, ha liberato in anticipo e ordinato un risarcimento di 7.208 euro nei confronti di Domenico Seddio, accusato di mafia. Ritenendo, che il suo trattamento carcerario sia stato “degradante e contrario ai principi costituzionali”. Seddio, 44 anni, avrebbe dovuto finire di scontare nelle prossime settimane la seconda condanna per associazione mafiosa, ma il magistrato, in accoglimento del reclamo proposto dall’avvocato Vita Maria Mazza, ha disposto la scarcerazione immediata e il risarcimento economico.