WikiGreg – Pillole di musica dissidente: Ghemon

Saranno passati tredici o quattordici mesi da quando Luciano e Matteo mi hanno contattato per chiedermi di occuparmi della fascia post pranzo su RadioStreet. Una trasmissione rock, raccogliendo la pesante eredità di Ivan e Giusy, per tornare in onda con un programma mio, dopo lo spazio in quota Messina nel pallone con Peppe D’Avella all’interno del Giornale della sera nella stagione precedente.

locandina intervista ghemon

Foto di Ottavio Fantin

Quando ho buttato giù la bozza di ciò che sarebbe diventato Dissident ho scelto questo nome perché pretendevo ci fosse una forte impronta Pearl Jam, ma specialmente volevo si capisse l’intenzione di rompere schemi e barriere, la voglia di opporsi a qualcosa. Un dissidente, per definizione, è una persona che si distacca da un sistema di pensiero e, giocando su questo significato, nella prima stagione abbiamo portato avanti un certo tipo di musica — prevalentemente rock ma non solo, perché stare in coda nella stessa fila in eterno è un concetto che neanche io ho mai saputo sopportare.

Dico neanche io perché la definizione non è mia, ma di quello che ho scelto di avere come primo ospite stagionale di Dissident. Un uomo, prima ancora che un artista, di cui ho grande stima pur non avendoci mai avuto direttamente a che fare. Uno che ha sempre fatto parlare la musica per sé, che ha scelto di essere sé stesso in un ambiente in cui seguire il proprio pensiero, i propri gusti, il proprio stile, diventa praticamente dannoso. Sei fuori da un certo giro, ti becchi gli insulti di chi si dice ne capisca. Ma tu vai avanti e confezioni un capolavoro dietro l’altro — e, gusti a parte, c’è un progetto artistico veramente interessante nella carriera di Ghemon, che il 22 settembre è uscito con Mezzanotte (ancora, proudly indipendent, sotto la Macro Beats Records) e che lunedì 2 ottobre sarà mio graditissimo ospite per iniziare al meglio una stagione da dissidenti a trecentosessanta gradi.

Lunedì ricominciamo alla grande. Vi aspetto tutti, dalle 14, su RadioStreet Messina.

wikigreg