Tutto pronto per la riapertura della piscina di Villa Dante, ma…

04Come ha dimostrato il successo del LoveMe Fest dello scorso 2 giugno, Villa Dante può tornare ad essere luogo di aggregazione cittadina, dove coniugare iniziative culturali, musicali e sportive con i vantaggi che un parco può offrire. Negli ultimi anni Villa Dante è sembrata abbandonata a un triste destino, utile solo per il parcheggio Atm, come luogo in cui i cani venivano portati a spasso dai loro padroni, ma soprattutto come meta preferita di vandali e ladri. Ma adesso qualcosa sembra muoversi, ben chiarite, tra l’altro, le competenze che i gli assessorati all’Arredo Urbano e allo Sport, hanno sulla struttura, in seguito al tavolo tecnico indetto dagli assessori Ialacqua e Pino. “Un lavoro interassesoriale necessario e positivo – afferma l’ing. Orazio Scandura, responsabile tecnico degli impianti sportivi comunali -, si era creato un conflitto di competenze tale che il risultato era stato l’immobilismo assoluto”. Immobilismo, che da un anno a questa parte, è venuto meno, prova ne è il progetto di riqualificazione degli Villa Dante inserito all’interno del Masterplan, che prevede interventi nell’arena, nella palestra e nella piscina, nonché il rifacimento dei campi da tennis.

26Ma già fin da subito una struttura sportiva della Villa potrebbe essere a disposizione della collettività: si tratta della piscina scoperta da 25 metri, omologata tra l’altro per gare federali. Già ristrutturata e aperta nel 2009, non ha mai avuto un’attività estiva continua e costante. Da ben 5 anni la piscina di Villa Dante è chiusa al pubblico, dopo la parentesi dell’affidamento nell’estate 2012 alla Waterpolo Messina.

A riaccendere i riflettori sulla struttura sono stati i consiglieri comunali Santi Daniele Zuccarello e Piero Adamo; quest’ultimo, in qualità di presidente della Commissione consiliare allo Sport, lo scorso mese aprile ha convocato una seduta ad hoc, alla quale sono intervenuti l’assessore Sebastiano Pino, l’ing. Orazio Scandura e il presidente della FIN Sicilia, Sergio Parisi. Era stata sondata la possibilità di concedere la gestione della piscina alla Federazione Nuoto, così come accaduto per l’impianto “Graziella Campagna” di viale San Martino. Parisi aveva dato la sua disponibilità, con l’assessore Pino che aveva annunciato gli interventi sulla struttura, degradata e inagibile a causa della lunga inattività. Interventi, coadiuvati dall’ing. Scandura, che sono stati eseguiti, anche con l’aiuto del personale della FIN Sicilia, come si può evincere dalla nostra fotogallery. La piscina di Villa Dante è dunque pronta a riaprire i battenti, si aspetta soltanto l’affidamento ufficiale alla Federnuoto Sicilia, con l’auspicio che le classiche lungaggini burocratiche non vadano a compromettere l’attuale stagione estiva. E va da sé che una delle specialità messinesi è fare tutto in fretta e all’ultimo minuto (non a caso, nel 2012 la piscina fu aperta il 29 luglio) ma perdere altro prezioso tempo per una firma sarebbe davvero difficile da spiegare.

Matteo Soraci

 

Nella fotogallery le condizioni della piscina di Villa Dante prima e dopo gli interventi: