Operazione Beta, le ramificazioni del clan Santapaola a Messina su appalti pubblici e scommesse

6 luglio 2017 Cronaca
#appalti
#catania
#comune
#corruzione
#cosa nostra
#dda
#mafia
#santapaola
#tangenti
Il sostituto procuratore della Dda di Messina, Sebastiano Ardita

Il sostituto procuratore della Dda di Messina, Sebastiano Ardita

Il blitz dei Carabinieri del Ros, su mandato del gip del Tribunale di Messina, che ha accolto la richiesta della Dda, ha portato all’arresto di 28 persone tra Messina, Catania, Siracusa, Milano e Torino. Due invece gli irreperibili, tra cui il noto imprenditore Carlo Borella. Smascherata un’ingente rete di infiltrazioni in appalti pubblici, servizi alle cooperative e agenzie di scommesse del clan catanese Santapaola. Tra gli arrestati, anche l’ex funzionario del Comune di Messina, attualmente in servizio a Milazzo, Raffaele Cucinotta. All’interno dei nostri gr le dichiarazioni del sostituto della Dda, Sebastiano Ardita.