Trapani, truffa da più di 400mila euro in un centro medico di riabilitazione

NAS-CarabinieriAl centro dell’inchiesta condotta dai Nas di Palermo una struttura medica di riabilitazione di Marsala e per la quale il Tribunale di Trapani ha disposto il sequestro preventivo diretto del profitto del reato di somme di denaro e beni patrimoniali per un ammontare di circa 440mila euro. Dalle indagini è emerso che, tra il 2014 ed il 2015, alcune prestazioni fisioterapiche venivano effettuate arbitrariamente a centinaia di pazienti affetti da gravi patologie neurologiche non in regime ambulatoriale e da un personale non qualificato. Quattro le misure cautelari emesse nei confronti dell’amministratore unico della società e del direttore sanitario del Centro e che riguardano il divieto di dimora e di esercizio delle attività imprenditoriali e uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese per il periodo di un anno.