Speculazione edilizia sul torrente Trapani, all’orizzonte la confisca del complesso “La Residenza”

tribunale1Potrebbe infatti essere la conseguenza delle motivazioni della sentenza del processo di primo grado che contestava la realizzazione della struttura immobiliare. Secondo i giudici del Tribunale di Messina, l’intervento edilizio è stato effettuato senza considerare il rischio idrogeologico ed è stato reso edificabile ciò che non era edificabile, con l’opera che rappresenta un pericolo per l’incolumità pubblica. Il processo aveva visto, lo scorso luglio, cinque condanne per il reato di lottizzazione abusiva.