Sviluppi dell’indagine della Dia sugli appalti del Cas: sequestri e sospensioni da incarichi pubblici

(foto di Enrico Di Giacomo - stampalibera.it)

(foto di Enrico Di Giacomo – stampalibera.it)

Il blitz è stato eseguito dagli agenti della Direzione Investigativa Antimafia di Messina su mandato del gip del Tribunale, che ha accolto le richieste della Procura. L’operazione segue l’indagine del 2014 che portò all’arresto di due dirigenti del Consorzio Autostrade Siciliane. Tra i coinvolti anche il sindaco di Montagnareale, Anna Sidoti, sospesa dal suo incarico. Secondo la Procura vi era un ingente giro di favori e truffe per l’erogazione di fondi per appalti del Cas, giustificati come straordinari in modo da aver avere più fondi da intascare indebitamente, a fronte di progetti palesemente incompleti, come ha affermato in conferenza stampa il procuratore Sebastiano Ardita. Le sue parole all’interno dei nostri gr.