Ato3, Ruggeri condannato per aver favorito la carriera di una dipendente

antonio_ruggeriA sentenziarlo il Tribunale di Messina a conclusione del processo di primo grado. Ad Antonio Ruggeri, ex amministratore delegato dell’Ato3, sono stati inflitti 5 mesi di reclusione (con pena sospesa) poiché riconosciuto colpevole di abuso d’ufficio e omissione di atti d’ufficio. La vicenda risale al repentino avanzamento di carriera all’interno dell’Atto di una dipendente, Giovanna Restuccia, assunta nel 2008 come impiegata di terzo livello e dopo soli due anni avanzata a un contratto dirigenziale di ottavo livello. A segnalare negli scorsi anni l’anomalia furono gli allora consiglieri comunali Giuseppe Melazzo e Nello Pergolizzi.