Omicidio Crisafulli, ridotta in Appello la condanna per il padre

targa_tribunale_barcellonaLa tragedia avvenne nel maggio 2015 a Barcellona quando Cosimo Crisafulli, muratore 66enne, sparò un colpo dal fucile legalmente detenuto al figlio Roberto che rientrato a casa all’alba ubriaco aveva cominciato a inveire contro i familiari. L’uomo, subito costituitosi, era stato condannato in primo grado a 30 anni di reclusione. Adesso, invece, la Corte di Appello gli ha riconosciuto le attenuanti generiche, decurtandogli notevolmente la pena e condannandolo a 18 anni.