Corruzione all’Autorità Portuale di Augusta, arrestato un ingegnere

guardia di finanzaGaetano Nunzio Miceli, 57enne, è stato arrestato dalla Guardia di Finanza per il reato di corruzione al Porto di Augusta. Secondo quanto emerso dalle indagini, nell’ambito dell’operazione “Port Utility”, l’ingegnere Miceli, in concorso con altri indagati, aveva creato tre società, risultate “cartiere”, aventi quale unico scopo quello di far confluire in quello Stato i soldi degli illeciti. In questo caso il prezzo del reato della corruzione pattuito era di 330 mila euro.