Blitz antimafia sui Nebrodi, dieci fermi per minacce ed intimidazioni

carabinieriDopo la denuncia di un allevatore di Cesarò, è partita l’indagine dei carabinieri della compagnia di Santo Stefano di Camastra e del Ros di Catania che ha portato al fermo urgente della Dda di Catania di dieci persone tra cui i vertici delle due famiglie mafiose dei Nebrodi Giovanni Pruiti, boss di Cesarò, e Salvo Catania, boss di Bronte. Ai fermati vengono contestati i reati di associazione mafiosa ed estorsione, avrebbero infatti minacciato ripetutamente gli allevatori e i contadini per la cessione dei terreni così da aggirare il protocollo di legalità e la produzione della certificazione antimafia per accedere ai contributi dell’Unione Europea.