Sfiducia sì-sfiducia no, continuano le manovre

accorinti_manifestazioneHa suscitato numerosi commenti, di ogni tipo, la manifestazione sabato mattina in favore del sindaco Renato Accorinti e della sua giunta, con i promotori che hanno indetto una raccolta firme, sottoscritta al momento da più di 1200 persone, che continuerà presso la sede di Cambiamo Messina dal Basso. Le firme verranno consegnate al presidente del consiglio comunale, Emilia Barrile, in occasione dell’arrivo in aula della mozione di sfiducia nei confronti del primo cittadino. Ballerini ancora i numeri, occorre infatti raggiungere quota 27 sì per far decadere l’amministrazione comunale e, di conseguenza, lo stesso consiglio. Tra le ultime prese di posizione, si registra quella proprio della Barrile che, pur avendo firmato il documento, ha annunciato che si asterrà, come da prassi per chi ricopre la sua posizione. Ha annunciato, invece, le sue perplessità, Daniele Zuccarello che, anche lui dopo aver firmato la mozione, potrebbe astenersi o non partecipare al voto in aula. Da ultimo, invece, si registrano le dichiarazioni a mezzo social di Pierluigi Parisi, inizialmente contrario alla sfiducia, ma che potrebbe cambiare idea, alla luce delle dichiarazioni rilasciate da Accorinti nel corso della manifestazione sabato che inneggerebbe “all’odio, con metodi sottili, ma cattivi e insurrezionalisti”.