Omicidio Vinci, pena ridotta in appello per la fidanzata

tribunale_messinaFrancesca Picilli, accusata di aver ucciso nel marzo 2014 a Sant’Agata di Militello il suo fidanzato, Benedetto Vinci, è stata condannata dalla Corte d’Appello di Messina a 14 anni di reclusione per omicidio preterintenzionale. In primo grado la donna, oggi 30enne, era stata condannata a 18 anni. I giudici hanno inoltre disposto la trasmissione degli incartamenti relativi alle cure mediche prestate al ragazzo all’ospedale “Cervello” di Palermo alla Procura della Repubblica di Patti per accertare eventuali responsabilità o negligenze dei medici che hanno avuto in cura Vinci dopo l’accoltellamento.