Roberto Scipilliti è stato assassinato

E’ la conclusione alla quale è giunto il medico legale incaricato di effettuare l’autopsia sul corpo del 55enne vigile del fuoco, ritrovato in una scarpata in una zona impervia di Savoca. Rivenuto infatti sulla nuca un foro, segno inequivocabile di un colpo di pistola. Si attendono adesso le conclusioni definitive riguardo l’esame al cadavere, che saranno depositate entro 60 giorni; parallelamente continuano le indagini da parte dei Carabinieri per cercare di scoprire movente ed esecutori del delitto. Dai primi riscontri, sembrerebbe che la vittima avesse legami anche con la criminalità organizzata; nel 2010 era stato coinvolto in una truffa ai danni dell’Unione Europea per finanziamenti all’agricoltura.