Aggressione ad Ylenia, Mantineo resta in carcere

Alessio Mantineo (foto dal suo profilo Facebook)

Alessio Mantineo (foto dal suo profilo Facebook)

Le dichiarazioni, anche a mezzo stampa, di Ylenia Bonavera, che ha affermato come non fosse stato il suo compagno ad aggredirla con la benzina per poi darle fuoco, erano state confermate dallo stesso Alessio Mantineo nel corso del suo interrogatorio di garanzia davanti al gip, come dichiarato dal suo avvocato, Salvatore Silvestro, al termine del colloquio con il magistrato:

(cliccare play per ascoltare l’audio)

Una versione che non ha convinto il giudice che, anche a fronte di nuove prove come le immagini video che riprendono Mantineo acquistare della benzina quella notte. Formalizzata dunque l’accusa di tentato omicidio, con il 25enne che resta in carcere.