Tragedia a Gela, madre uccide le due figlie e tenta il suicidio

ambulanza_notteGiuseppa Savatta, insegnante di 41 anni, ha ucciso le sue due figlie, rispettivamente di 9 e 7 anni, avvelenandole con la candeggina. La donna ha successivamente tentato di togliersi a sua volta la vita ingerendo il liquido e cercando di lanciarsi dal balcone ma è stata salvata dal marito, rientrato a casa poco dopo la tragedia. Alla base del folle gesto problemi di depressione peggiorati negli ultimi tempi. L’amministrazione comunale di Gela ha proclamato il lutto cittadino, con bandiere di edifici pubblici e scuole issate a mezz’asta.