Inchiesta sull’inquinamento dei torrenti, Accorinti chiede di essere ascoltato dai magistrati

Accorinti_tubeDopo aver ricevuto l’avviso di garanzia nell’ambito dell’indagine della Procura, che ha portato anche al sequestro delle foci di alcuni torrenti cittadini, il sindaco ha diramato una nota nella quale scrive di voler essere immediatamente ascoltato dagli inquirenti. Accorinti, nel ribadire la massima fiducia nella magistratura, afferma di non avere alcuna responsabilità e porta ad esempio tutti gli interventi effettuati dalla sua amministrazione “per recuperare situazioni di degrado generatesi negli ultimi 30-40 anni”. Oltre al primo cittadino, a ricevere l’avviso sono stati il presidente dell’Amam, Leonado Termini, l’ex direttore generale Luigi La Rosa e il dirigente comunale Antonio Amato.