Sequestrata l’elipista di Mazara del Vallo

(foto Repubblica Palermo)

(foto Repubblica Palermo)

Realizzata anche grazie al cofinanziamento da 400mila euro dell’Unione Europea, la struttura, che avrebbe dovuto essere la base per operazioni di elisoccorso, non è stata ancora inaugurata. Secondo le indagini da parte dei Carabinieri vi sarebbero delle irregolarità nelle autorizzazioni per alcune forniture, nonché delle carenze strutturali. La Procura di Marsala ha notificato tre avvisi di garanzia, per due dirigenti comunali e per il rappresentante legale della ditta che ha realizzato i lavori.