Confermato in appello l’ergastolo per due dei mandanti dell’omicidio Marchese

tribunaleDopo circa 10 anni la Corte d’Assise d’appello ha confermato il carcere a vita per Marcello D’Arrigo e Rosario Vinci, i killer che l’11 febbraio 2005 furono i responsabili dell’omicidio del 27enne Stefano Marchese, freddato con 4 colpi di pistola mentre stava aspettando che aprisse il distributore di benzina Esso dell’Annunziata, dove lavorava. Il delitto, secondo quanto emerso dalle indagini, si inserisce nella lotta tra i clan Minardi-Barbera che proprio in quegli anni li vedeva contrapposti: fu infatti la decisione di Minardi di voler contrastare il proprio rivale per ottenere la leadership di Giostra ed organizzare l’omicidio.