Taormina, false fatturazioni ed evasione fiscale milionaria: tre arresti

finanza-2Questi i primi riscontri emersi dall’operazione “Case Fantasma” condotta dalla guardia di finanza e cordinata dalla procura di Messina. Nell’occhio del ciclone sono finite cinque aziende della provincia attive nel settore dell’edilizia che avrebbero messo in atto fatturazioni illecite per 9 milioni di euro, al fine di evadere le tasse su valori aggiunti e redditi per oltre 2 milioni. Disposti gli arresti domiciliari per i fratelli imprenditori Giovanni e Salvatore Cucuzella, ai quali è stato sequestrato anche il 74% del capitale dell’omonima società, e per il 52enne Gioacchino Scattareggia. Per altre due persone è scattato il divieto di esercitare l’attività imprenditoriale.