Emesse due ordinanze di custodia cautelare nei confronti di due esponenti del clan Mulè

Le ordinanze hanno raggiunto Domenico Bonasera e Giovanni Rò (a cui il provvedimento è stato notificato in carcere) perchè chiedevano il pizzo ad un barbiere di via Palermo. Il commerciante era stato minacciato di morte e per convincerlo a pagare gli estorsori avevano bruciato la saracinesca e avevano sparato alcuni colpi di pistola contro il negozio. Nonostante il barbiere avesse pagato, gli agenti della Squadra mobile hanno intercettato l’estorsione e fatto scattare l’indagine che ha portato all’arresto di Rò e Bonasera

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*