C’è un primo indagato nell’inchiesta sui test di ammissione alla Facoltà di Medicina dell’Università di Messina

Assoluto riserbo per il momento sull’identità dell’indagato da parte del Procuratore Capo Luigi Croce. L’inchiesta, voluta dal ministro dell’Università Fabio Mussi, è condotta dal sostituto procuratore Antonio Nastasi. L’ipotesi d’accusa è truffa ai danni dello Stato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*