Caso Milluzzo, nessun collegamento tra l’obiezione di coscienza del medico e la morte della donna

Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin

Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin

E’ quanto avrebbero appurato gli ispettori inviati dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in seguito alla morte di Valentina Milluzzo, avvenuta lo scorso 16 ottobre, per un aborto spontaneo di due gemellini al Cannizzaro di Catania. Secondo i parenti, la donna non avrebbe ricevuto l’assistenza necessaria, a causa dell’obiezione di coscienza del medico. Circostanza smentita dal primario di reparto che dovrebbe essere confermata dagli ispettori, la cui relazione definitiva sarà redatta tra circa un mese.