Rallenta la raccolta dei rifiuti e la situazione igienico-sanitaria in città stenta a tornare alla normalità

Dopo l’astensione dal lavoro dei dipendenti di Messinambiente – che hanno scioperato da venerdì 16 a lunedì 19 per il mancato pagamento delle spettanze di ottobre – stavolta la causa dei ritardi nello smaltimento dei rifiuti solodi urbani è la saturazione dell’inceneritore di Mazzarrà Sant’Andrea. La fossa dell’inceneritore è piena – fa sapere il Direttore generale di Messinambiente Claudio Sindoni – e ciò non consente di effettuare la raccolta ordinaria e di proseguire la raccolta straordinaria necessaria per smaltire la spazzatura arretrata. L’Ato3 ha avanzato intanto la richiesta di poter utilizzare temporaneamente l’inceneritore di Mota Sant’Anastasia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*