Approvata la nuova legge elettorale per i comuni siciliani

sede_arsLa novità più importante è il raggiungimento minimo al primo turno del 40% del candidato sindaco (e non più del 50%) per essere immediatamente eletto. Il premio di maggioranza scatterà soltanto se l’insieme delle liste che sostengono il candidato sindaco raggiungeranno anch’esse almeno il 40%. Confermato l’effetto trascinamento sul candidato sindaco non votato in maniera diretta, mentre per sfiduciare sindaco e giunta la percentuale minima di voti dei consiglieri scende dal 66% al 60%. Bocciati gli emendamenti del M5S che volevano introdurre il limite dei due mandati per consigliere e abolire la preferenza di genere.