Palermo, arrestato l’ex capo del Demaino marittimo

3 maggio 2016 Sicilia
#corruzione
#lido
#palermo
#sequestro

LIDO POSEIDONIl provvedimento  è stato emesso nei confronti dell’architetto Antonino Di Franco. Con lui, arrestato l’imprenditore Giovanni Cimino, che da tempo gestiva praticamente in regime di monopolio la spiaggia di Cefalù,. Entrambi si trovano ai domiciliari con l’accusa di corruzione. Secondo le indagini, Cimino godeva di un trattamento di favore all’assessorato regionale al Territorio, tanto da assumere come bagnino il figlio di Di Franco. L’indagine nasce dalla denuncia del titolare di un piccolo stabilimento balneare, che aveva tentato di ottenere una concessione dalla Regione, ma senza successo.