No del Genio Civile alla variante di tutela ambientale

9 marzo 2016 Politica
#prg
#variante ambientale
L'assessore all'Urbanistica Sergio De Cola

L’assessore all’Urbanistica Sergio De Cola

A comunicarlo l’assessore all’Urbanistica, Sergio De Cola, che si dice “dispiaciuto e stupito”, anche a nome della giunta, del parere contrario, dopo le perplessità esposte nei mesi scorsi dall’ingegnere capo del Genio Civile, Leonardo Santoro. Alla base del diniego, spiega De Cola, “una presunta carenza di studi geologici”. “La variante – continua l’assessore – avrebbe interessato circa 840 ettari sugli oltre 21mila, per cui il Genio Civile aveva a suo tempo già autorizzato il Piano Regolatore. Toglie, e non sposta, volumi e quindi non può che migliorare le condizioni di sicurezza, anche da un punto di vista geologico, rispetto alla situazione attuale già approvata e pericolosamente vigente come testimoniano le tragedie, per tutte Gampilieri, che – ha concluso De Cola – negli anni hanno funestato il nostro territorio”.