Lucia Borsellino: “Mio padre aveva con sè l’agenda rossa il giorno della sua morte”

Lucia BorsellinoL’ex assessore regionale lo ha affermato nel corso del processo a Caltanissetta sulla strage di via d’Amelio. La Borsellino ha dichiarato di non essere a conoscenza del contenuto scritto dell’agenda mai ritrovata. Anche l’altro figlio di Paolo, Manfredi, nella sua deposizione ha confermato l’esistenza dell’agenda rossa, aggiungendo come il padre la utilizzasse in maniera compulsiva nei giorni prima di essere ucciso. Manfredi ha raccontato che l’allora capo della Mobile Arnaldo La Barbera riconsegnò, dopo la strage di via d’Amelio, la borsa di Paolo Borsellino sostenendo che l’agenda in questione non fosse mai esistita. Prima dei figli del giudice ha deposto l’ex ministro della Difesa, Salvo Andò, che ha dichiarato di non sapere nulla della presunta trattativa Stato-mafia.