Dopo le alluvioni, si fa la conta dei danni in provincia

alluvione_milazzo1Una decina di comuni in ginocchio, sia sul versante tirrenico che su quello jonico, dopo l’esondazione dei torrenti che ha causato ingenti danni da Milazzo a Barcellona e nel comprensorio della Valle d’Agrò. A Milazzo è ancora in vigore l’ordinanza del sindaco Formica di non usare l’acqua dell’acquedotto comunale per fini potabili; lo stesso primo cittadino ha affermato che i danni possono arrivare a sfiorare il mezzo milione di euro. L’assessore regionale al territorio, Maurizio Croce, si è recato a Milazzo e Barcellona e ha annunciato l’immediata dichiarazione della provincia messinese di stato di calamità naturale, per poi preparare la richiesta al Governo nazionale di concedere lo stato di emergenza.