“La condanna di Dell’Utri va annullata”

200px-Marcello_Dell'Utri_1Gli avvocati di Marcello Dell’Utri hanno depositato la richiesta di incidente di esecuzione alla corte d’appello di Palermo, chiedendo l’annullamento della sentenza con la quale è stato condannato a sette anni di reclusione per concorso in associazione mafiosa. L’istanza è stata motivata sulla base della decisione della Corte Europea dei diritti dell’Uomo che ha annullato il verdetto di condanna emesso nei confronti di Bruno Contrada, accusato del medesimo reato. Secondo quanto espresso dalla sentenza Cedu, infatti, la giurisprudenza italiana, fino al 1994, sul concorso in associazione mafiosa non consentiva la tipizzazione del reato e quindi non permetteva all’imputato di prevedere gli effetti negativi della propria condotta. Il collegio dovrà fissare un’udienza in presenza della’accusa e della difesa, e poi decidere. Attualmente Dell’Utri è detenuto nel carcere di Parma.