Presentato il libro “Catania bene”, del Procuratore Sebastiano Ardita

Da sx, Antonio Presti, Fabio Repici e Sebastiano Ardita

Da sx, Antonio Presti, Fabio Repici e Sebastiano Ardita

La presentazione si è svolta al Vittorio Emanuele, alla presenza, tra gli altri, del sindaco Renato Accorinti, del Procuratore generale di Messina, Giovanni D’Angelo, del mecenate Antonio Presti e dell’avvocato Fabio Repici. Il volume racconta delle contraddizioni della Catania negli anni ’80, con la mafia che reclutava facilmente manovalanza per i suoi traffici nelle periferie degradate. L’infiltrazione della criminalità organizzata nel libro di Ardita, Procuratore aggiunto presso il Tribunale di Messina fa da contrapposizione ai lussi e agli sprechi delle famiglie benestanti etnee, ma non per questo meno immuni da rapporti con la mafia, anzi…

L’intervista ad Ardita realizzata da Simone Bertuccio: