Confermati gli arresti domiciliari alla donna accusata di aver preso a calci e pugni la vetrina di un negozio in pieno centro

28 agosto 2015 Cronaca
#aggressione
#arresto
#maria fiorello
#messina
#negozio
#via la farina

MARIA FIORELLOMaria Fiorello, 48 anni di Reggio Calabria, ma residente a Messina, palesemente ubriaca ha distrutto a calci e pugni la vetrina di un negozio in via la Farina e all’arrivo dei poliziotti ha tirato fuori dalla borsetta un bisturi di circa 20 cm. La donna, dopo i fatti, era stata denunciata per resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale e porto d’armi di oggetti atti ad offendere. Adesso per lei è scattata la misura cautelare emessa dalla Procura della Repubblica, presso il Tribunale di Messina.