“Ridevano durante la TAC”. A Marsala, Sabrina Giacalone denuncia 9 medici per la morte del padre

14 agosto 2015 Cronaca

Nove persone, tra medici e infermieri dell’ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala, sono indagate per omicidio colposo dalla Procura, in seguito della morte di un uomo, Nicolò Giacalone, 65 anni, trasportato in ambulanza, lunedì mattina, al pronto soccorso per una forte febbre, e con pressione molto bassa, deceduto dopo circa dieci ore, tra attesa e accertamenti diagnostici. Mentre l’uomo veniva sottoposto a una Tac e le sue condizioni peggioravano morendo poco dopo, medici e infermieri ridevano e scherzavano. A denunciarlo nell’esposto da cui è partita l’inchiesta della Procura di Marsala, è la figlia della vittima, Sabrina Giacalone, 26 anni.