Sequestrato l’impianto di depurazione di Acqualadrone

14 agosto 2015 Cronaca

L’impianto, gestito dall’Amam, è stato posto sotto sequestro dalla Capitaneria di Porto di Messina su richiesta del Sostituto Procuratore Piero Vinci, per il gravissimo stato di abbandono delle strutture ed il malfunzionamento generale. Nel momento del controllo, non funzionava, tra le altre cose, il processo di disinfezione delle acque attraverso clorazione. La Capitaneria di Porto non ha inoltre trovato traccia di documentazione che attesti il corretto smaltimento dei rifiuti di depurazione.